alla scoperta della fotografia
cerca nel sito
Accedi al sito
User
Password

Tutti Fotografi | Progresso Fotografico | Riviste Store | Zoom | Zoom 80 90 | Classic Camera | PC Photo | Abbonamenti
Prodotti | Servizi
Reflex | Compatte | Obiettivi
Centro Studi | Test Reflex | Test Obiettivi
Compito a Casa | Concorsi di Fotografia.it | Mi Piace Perché...
Il blog di Fotografia.it | A colloquio con la redazione
Concorsi | Mostre | Workshop
Registro Antifurto
Fotolibreria | Carrello | Abbonamenti
Skip Navigation Links
Dettaglio News
Data Pubblicazione: 24/04/2014

Si chiama T la mirrorless Leica. (con video)
 

Con la Leica T [Typ 701] una nuova presenza degna della massima attenzione giunge a popolare il mondo Leica. Si tratta di un arrivo solo parzialmente atteso dal momento che le prerogative di questo sistema mirrorless (non che le telemetro lo specchio lo abbiano! Sebbene la Leica S sì…) sconvolgono quelle che fino a ieri erano le revisioni riguardo l'imminente annuncio di 'qualcosa di nuovo'. Abbiamo avuto la fortuna di avere tra le mani in esclusiva assoluta lo stupefacente corpo monoscocca Leica Unibody in alluminio della T, rimanendone affascinati tanto per le già da tutti strillate caratteristiche costruttive (parallelepipedo da oltre un chilogrammo e messo di metallo scavato dal pieno e 'satinato' praticamente a mano) ma soprattutto per un elevato grado di usabilità e fascino che le viene, a parare di chi scrive che la ha provata, da un terzetto interessante di caratteristiche operative. Prima di tutto l'implementazione di uno schermo touch posteriore da 3.7" per 1.3 milioni di punti che presiede a ogni controllo inerente il funzionamento della fotocamera. L'abbinamento di questi con le due ghiere di controllo superiori (unici 'appigli' al nuovo sistema di ripresa oltre al rassicurante pulsante di scatto sulla sommità) rappresenta un'eccezionale evoluzione verso lo stile di controllo degli apparecchio digitali cui il mondo tablet e smartphone ci ha non solo abituati ma decisamente viziati! Seconda prerogativa degna di spicco: la disponibilità di un EVF, un mirino elettronico Visoflex da 2.4 milioni di punti, realmente capace di estenderne la flessibilità in esterni in virtù di un livello di fattura ed agio in visione realmente allineato allo standard compositivo di Leica. In ultimo il mantenimento di un filone qualitativo per quello che riguarda tutto ciò che sta attorno alla fotocamera, ottiche in primis, che anche nella disponibilità di un anello adattatore per le ottiche M vede un importante elemento di continuità con il passato. Non sono ovviamente queste le sole soluzioni ottiche adattabili al sistema T dato che da subito avremo a che fare con una coppia di nuove ottiche alle quali andranno pian piano ad aggiungersene altre.Vedi qui la news dedicata.
Da apprezzare ancora ad una prima presa in mano della T di certo l'eccellente fattura del flash a scomparsa, attivabile mediante il medesimo selettore di accensione, il controllo offerto in remoto grazie ad un'app dedicata, scaricabile per iOS, e facente le veci tanto di remote - viewer quanto di controllo per lo scatto remoto ed infine una memoria interna da 16 Gigabyte che trasforma la Leica T in un vero e proprio album portatile utile ad immagazzinare i ricordi fotografici e video di una vita. Già, perché la T è anche in grado di riprendere in formato Full HD comandando la ripresa tramite un pulsante superiore dedicato. Tornando all'impiego della T nelle vesti di viewer / album personale va notato come l'adozione dello schermo a tutta larghezza posteriore (un'opera di design di eccellente fattura grazie alla collaborazione di Leica con lo studio di design che cura lo stile delle autovetture Audi) rappresenti il primo e vero sprono ad impiegare finalmente una fotocamera anche per la condivisione locale delle foto riprese. Provate per credere: tap e scorrimenti sono ormai entrati a fare parte del nostro modo di gestione dei contenuti e questa T sembra ad oggi essere uno dei pochissimi esempi fotografici allineati alla nuova era 'tattile'. Nell'impiego pratico di una giornata passata con la T devo rilevare una decisa predisposizione della nuova Leica all'uso misto manuale + automatico. La manualità è immediatamente percorribile impostando una modalità facente capo alle ghiere superiori per la gestione di tempi e diaframmi, mentre un impiego più disinvolto non richiede altro che 'tappare' sul menu a tutto schermo per definire l'ambito di uso agevolato: Program, Scene o altro. Un po' di pratica (mezz'ora basta) vi farà prendere confidenza con la gestione a monitor di tutto quello che dovrete sapere, compresi gli ingegnosi sistemi di blocco dello schermo, di revisione degli scatti e di personalizzazione dei menu (tramite drag & drop!). Qualche dato tecnico: il sensore è un Cmos Aps-C da 16 Megapixel mentre il processore (T-processor) incaricato della gestione di foto e filmati è completamente made-in-Germany. Le foto possono ovviamente essere archiviate sui supporti intergrati (16 Gigabyte) o esterni (SD di varia natura e classe) in formato Dng, per la massima flessibilità di editing. 5 fotogrammi al secondo per 12 scatti in sequenza unica e Iso fino a 12500 completano lo scenario di questa interessante Leica T. La T pesa poco oltre 380 grammi e viene fornita in abbinamento con una licenza di utilizzo per Adobe Photoshop Lightroom, scaricabile gratuitamente dopo la registrazione della fotocamera.





Egt.

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile

Immagine non disponibile
commenti (0)

Notizie Correlate:
18/06/2018 Nuova Leica C-Lux con sensore da 1"
07/06/2018 Da Leica una notizia che lascia l'amaro in bocca
07/06/2018 Sfuggita sul web la prima foto della Leica C-Lux
03/06/2018 Rumors: nuova Leica Full Frame. Leica CM?
25/05/2018 Leica aumenta i prezzi, ma non per il sistema SL
29/04/2018 Leica sospende la produzione della M-D Typ 262
29/04/2018 Rumors Leica: c’è aria di Q2
15/04/2018 Nuovo Leica 16-35mm f/3.5-4.5 per SL
16/03/2018 Una Leica da € 2,4 milioni
13/02/2018 Panasonic TZ200, travel zoom con nuovo obiettivo Leica 15x
Bookmark and Share

© 2015 Rodolfo Namias Editore Srl. Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati.
Rodolfo Namias Editore Srl si trova in Via della Guardia, cap 29012 a Caorso PC (Italy)
p.iva:01656840335 - tel:(+39)02.7000.2222 / fax:(+39)02.71.30.30 - info(chiocciola)fotografia(punto)it / abbonamenti(chiocciola)fotografia(punto)it
alla scoperta della fotografia
cerca nel sito
Accedi al sito
User
Password