X
Entra
Accedi
Ricordami la password
Fotografia.it
esperto-risponde-obiettivi

L’esperto risponde – L’equivalenza focale

Ancora sull’equivalenza focale. Quali i vantaggi del moltiplicatore?

Redazione fotografia.it | 13 Febbraio 2021

Tra le lettere di settembre il signor Antonello si domandava se acquistare il Sigma 60-600mm o una Eos 90D su cui montare il suo 70-200mm + moltiplicatore 2x. Ma scriveva che sulla FF la soluzione si era rivelata “corta” per cui mi chiedo cosa guadagna mettendolo il 70-200mm sulla Eos 90D. Sicuramente la focale sarà equivalente a 224-640, ma 400mm sono su FF e 400mm sono su Eos 90D. A meno che le mie certezze sulle lunghezze focali non siano state stravolte.
– Giuseppe

Assodato che con obiettivi diversi su formati diversi non si possa mai avere un’equivalenza totale, quali aspetti interessano? Se si parla di profondità di campo, ha ragione lei: 400mm restano sempre 400mm ovunque li si usi e la profondità di campo che si ottiene dipende da questa focale effettiva, oltre che dalla distanza del soggetto a fuoco e dal valore del diaframma in uso. Quindi il signor Antonello, usando il 70-200mm duplicato sulla Eos 90D avrà da gestire la profondità di campo di un 140-400mm f/5,6.

Però normalmente l’equivalenza tra le diverse focali sui diversi formati fa riferimento al campo inquadrato o, se preferisce, all’ingrandimento che si ottiene. Da questo punto di vista è corretto dire che duplicando il 70-200mm e usandolo sull’APS-C di Canon (fattore di conversione pari a 1,6) otterrà l’equivalente di un 224-640mm. Insomma, è vero che dal punto di vista ottico quello zoom duplicato arriva sempre e soltanto a 400mm, quale che sia il corpo macchina, ma un 400mm su APS-C dà la copertura e l’ingrandimento di un 640mm sul Full Frame. Questo interessa al signor Antonello.

Ma allora non si potrebbe usare quel 400mm sul Full Frame e ritagliare il fotogramma? Certo che si potrebbe, e lo si potrebbe anche fare in automatico già in fase di ripresa, ma ciò significherebbe acquistare e portare con sé in viaggio un corpo macchina più ingombrante e costoso per ricavarne fotogrammi APS-C di minore risoluzione, perché nell’area ritagliata non resterebbero tanti pixel quanti quelli acquisti dalla Eos 90D. Questo non sarebbe altrettanto utile al signor Antonello per quel genere di foto.


Hai domande particolari che vorresti rivolgerci? Siamo a tua disposizione! Scrivici una mail a: tuttifotografi@fotografia.it!

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News