X
Entra
Accedi
Ho dimenticato la password
X
Se il tuo indirizzo è presente nel nostro database riceverai una mail con le istruzioni per recuperare la tua password

Chiudi
Reset password
Inserisci il tuo indirizzo email nella casella sottostante e ti invieremo la procedura per resettare la password
Invia
X
Grazie per esserti registrato!

Accedi ora
Registrati
Registrati
Ho dimenticato la password
Fotografia.it

DJI Mavic 2 Pro, il primo drone con fotocamera Hasselblad da 1″

Redazione fotografia.it | 23 Agosto 2018

Anche DJI ha oggi grandi novità, in tutto due. Mavic 2 Pro e Mavic 2 Zoom, due droni identici nella forma e nelle funzioni ma con una enorme differenza: sul modello Pro è montata una fotocamera Hasselblad con sensore 1" mentre sul modello Zoom una fotocamera con sensore da 1/2.3" in grado di riprendere fino ai 96mm equivalenti.

Mavic 2 Pro è il risultato di una collaborazione, quella tra Hasselblad e DJI, iniziati due anni fa: la fotocamera montata su questo modello è infatti dotata di un sensore CMOS da 1" con risoluzione 20 Mpxl. Offre una sensibilità ISO che va da 100 a 6400, un’apertura variabile da f/2.8 a f/11, 14-stop di gamma dinamica e la possibilità di registrare video in formato 4K H.264 e H.265 con bitrate massimo di 100 Mbps a 30 fps. Infine c’è anche un nuovo profilo colore, Dlog-M a 10-bit, che permette di acquisire immagini con quattro volte il livello di colore – rispetto a Mavic Pro. Puntare su questo modello significa ricercare una maggiore qualità.
Per chi invece è alla ricerca della versatilità, c’è Mavic Pro Zoom: sensore da 1/2.3" da 12 Mpxl che però offre uno zoom ottico 2x (24-48mm equivalenti) e uno zoom digitale 2x (49-96mm equivalenti) e una gamma ISO di 100-3200. Ferme le modlità video appena menzionate su Mavic 2 Pro, su Mavic Zoom ci sono due modalità esclusive: Super Resolution che, utilizzando lo zoom ottico del drone per scattare nove immagini riesce a produrre un singolo scatto da 48 Mpxl; Dolly Zoom QuickShot, funzione che permette lo zoom sul soggetto anche quando il drone si sta allontanando dallo stesso.

Per il resto i modelli sono identici: stesse dimensioni, stesse ali retrattili, stessa stabilizzazione a 3 assi, stessi sensori di tracciamento – ben 10 su tutto il corpo, due dei quali nella parte inferiore della scocca e destinati ad un miglior atterraggio in condizioni di scarsa illuminazione.

Mavic 2 Pro e Mavic Zoom sono già disponibili ad un prezzo di € 1500 e € 1300 rispettivamente.

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News