X
Entra
Accedi
Ricordami la password
Fotografia.it

Sandisk iXpand aumenta la capacità dei dispositivi Apple

Redazione fotografia.it | 22 Maggio 2015

La tendenza dei produttori di smartphone è di escludere la memoria espandibile per non minare le prestazioni dei telefoni. Infatti la velocità con la quale uno smartphone risponde dipende anche dalla mole di dati che deve analizzare: una grande quantità di dati archiviati su una scheda di memoria rallenta le prestazioni.
Ecco quindi nascere soluzioni esterne come iXpand che permettono di il trasferimento dei file da un dispositivo mobile ad un altro, piuttosto che ad un desktop o ad un monitor connesso.

iXpand è un dispositivo che permette di trasferire file o immagini da un dispositivo Apple ad un computer, sia esso un Mac od un PC; questa unità Flash ha ad una estremità, oltre ad una USB, anche un connettore di tipo Lightning che, attraverso l’App iXpand Sync (gratuita) che si avvia automaticamente al collegamento della scheda, consente agli utenti di sincronizzare, sottoporre a backup e trasferire automaticamente foto e video.
Inoltre esegue la crittografia e la decrittografia dei dati in maniera automatica proteggendoli con password o sfruttando il sensore di identificazione delle impronte digitali Apple Touch ID.
E’ disponibile in versioni da 16 GB, 32 GB, 64 GB e 128 GB ed è compatibile con iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5s, iPad Air 2 e iPad Mini 3.

Type C porta di nuova generazione
La Type C Dual USB Drive permette il trasferimento o il salvataggio di file attraverso il nuovo connettore di tipo C, che in un futuro prossimo andrà a sostituire il datato Micro-B (Micro USB): dotato di 24 pin simmetrici, è un connettore reversibile che stabilirà una connessione con il device a 10Gbps.
Esiste anche la versione Micro USB, la Dual USB Drive 3.0.

 
Una nuova MicroSD Card top di gamma
SanDisk ha presentato anche la Micro SDXC UHS-I Premium Edition, una scheda di elevate prestazioni; ha infatti una capacità da ben 200 GB, con un miglioramento dello stoccaggio del 56% rispetto al modello da 128 GB e una velocità di trasferimento di 90 MB/s.
La scheda è pensata per lavorare con un dispositivo mobile, sia esso uno smartphone (non tutti però, solo quelli che non limitano la capacità della memoria esterna a 128 GB), un tablet o una action camera; attraverso l’App gratuita Memory Zone, che monitora il livello della memoria interna del dispositivo sarà possibile attivare la funzionalità OptiMem che invia una notifica quando tale livello scende al di sotto di una soglia specificata dall’utente.

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News