X
Entra
Accedi
Ho dimenticato la password
X
Se il tuo indirizzo è presente nel nostro database riceverai una mail con le istruzioni per recuperare la tua password

Chiudi
Reset password
Inserisci il tuo indirizzo email nella casella sottostante e ti invieremo la procedura per resettare la password
Invia
X
Grazie per esserti registrato!

Accedi ora
Registrati
Registrati
Ho dimenticato la password
Fotografia.it

Come scegliere stabilizzatore, treppiede e testa

L’autunno non è un tema per specialisti, l’autunno capita e riguarda tutti, dal paesaggista al fotoreporter, dal ritrattista al patito di natura e altro ancora. Per questo, che dire della stabilizzazione? In breve, la sua utilità dipende dal genere fotografico che vogliamo praticare: talvolta sarà utilissima, altre volte sarà preferibile un treppiede e talvolta non […]

Redazione fotografia.it | 1 Novembre 2020
La stabilizzazione dell’immagine nell’obiettivo impiega due accelerometri per rilevate le vibrazioni rispetto ai due assi perpendicolari, corrispondenti ai movimenti di beccheggio (Pitch) e imbardata (Yaw), che sono le vibrazioni più dannose con i teleobiettivi. In base a questi rilevamenti, nello stabilizzatore ottico appositi azionamenti elettromagnetici spostano un gruppo ottico per compensare gli effetti sull’immagine di queste vibrazioni. Nei sistemi a sensore mobile, oltre a beccheggio e imbardata è possibile rilevare e compensare anche i movimenti di traslazione orizzontale (X) e verticale (Y), nonché il rollio (Roll). Dall’unione delle due tecnologie di stabilizzazione, ottica e meccanica, oggi Canon, Fuji, Olympus, Panasonic…
f.it premium
Questo è un articolo PREMIUM
Hai un abbonamento attivo? Effettua il login
Redazione fotografia.it
  • Cerca

  •