X
Entra
Accedi
Fotografia.it

Ecco i nuovi Google Pixel 4 e Pixel 4 XL

Redazione fotografia.it | 15 Ottobre 2019

Google presenta i nuovi Google Pixel 4: nuovo teleobiettivo, nuova modalità HDR in tempo reale, controlli aggiuntivi per il tone mapping e una modalità ritratto aggiornata che migliora la simulazione della profondità di campo.

I Pixel sembrano essere giunti finalmente a piena maturità. Anche in Google, come testimonia la presenza di Annie Liebovitz durante la presentazione, puntano tutto sulla nuova conformazione della fotocamera: dopo aver strizzato al massimo la conformazione singola posta su Pixel 3, Google inserisce un nuovo teleobiettivo in Pixel 4.

Dati alla mano la fotocamera posteriore principale non è cambiata: sensore Dual Pixel (con pixel da 1.4 μm) da 12 Mpxl e obiettivo con campo visivo di 77° con apertura f/1.7, messa a fuoco a rilevamento di fase e stabilizzazione ottica ed elettronica. A questa ne è stata però aggiunta una seconda con sensore da 16 Mpxl (con pixel da 1 μm) e obiettivo con campo visivo di 52° con apertura f/2.4, anche lei con messa a fuoco a rilevamento di fase e stabilizzazione ottica ed elettronica. Ma l’aggiunta di questa nuova fotocamera, in combinato con una RAM da 6 GB, ha permesso a Google di migliorare vari aspetti a livello software e di implementarne di nuovi. Per quanto riguarda il primo aspetto, l’obiettivo tele permette di migliorare la resa dello zoom digitale 8x, secondariamente affina la modalità Ritratto permettendo una migliore mappatura della profondità di campo (rispetto a Pixel 3 che utilizzava il solo sensore principale Dual Pixel).

Come detto in apertura la prima grande novità è nella modalità HDR: al grido di “what you see is what you get” grazie al Machine learning l’effetto è applicato in tempo reale, a differenza che su Pixel 3 dove i risultati del rendering HDR potevano essere visti solo dopo l’acquisizione dell’immagine; anche il controllo dell’esposizione è disponibile in tempo reale ma, sempre rispetto al modello precedente, le barre a scorrimento laterale sono ora due e, a fianco del classico controllo sulla luminosità della scena, ora si potrà variare anche la resa delle ombre. Infine la modalità Night Sight fa un ulteriore passo avanti con l’aggiunta della modalità “Astrofotgrafia” che consente le lunghe esposizioni notturne.

Pixel 4 e Pixel 4 XL sono entrambi dotati di processore Qualcomm Snapdragon 855, con 6GB di RAM e 64 GB o 128GB di memoria interna e, rispettivamente, di un display OLED “Smooth” da 5.7″ Full HD e 6.3″ QHD+ con una frequenza di aggiornamento variabile di 90Hz. Il sensore delle impronte digitali è stato abbandonato per un più comodo sblocco facciale; ciò ha però reso possibile implementare la nuova tecnologia “Soli” che rileva anche i movimenti della mano e, grazie alla funzione Motion Sense, permette di sbloccare alcune gesture quali saltare i brani musicali e silenziare le chiamate in arrivo con un semplice gesto.

Pixel 4 e Pixel 4 XL saranno disponibili da fine mese a partire da un prezzo di € 759.

Redazione fotografia.it
  • Ultime News