X
Entra
Accedi
Fotografia.it

Adobe Max 2019: grandi aggiornamenti per Photoshop e Lightroom

Redazione fotografia.it | 5 Novembre 2019

Durante la conferenza Adobe Max 2019 sono stati annunciati importanti aggiornamenti per Photoshop, ora disponibile anche su iPad, Lightroom Classic, Lightroom Mobile e Chrome OS.

Partiamo dal principio, ovvero da Photoshop 2020. I miglioramenti sono tutti relativi alla velocità operativa e promuovono l’efficienza, cosa non da poco conto se si hanno flussi di lavoro importanti da gestire. La finestra di “File > Nuovo” ora impiega solo 0.13 secondi a caricare un’immagine, il Content-Aware Fill è più veloce del 12% e l’applicazione della sfocatura in post è di quasi 5 volte più veloce. Altre modifiche sono nascoste all’interno del software e vanno scoperte: vari pannelli e varie voci di menu sono stati regolati e migliorati con ulteriori azioni rapide, basterà un clic per apporre sfondi, mostrare le guide utente, cambiare spazi colore o profondità, gestire i gradienti.

Non solo Photoshop però, anche Lightroom (Classic per Windows e Mac e su Android, Chrome OS e iOS) ha subito aggiornamenti importanti. La tecnologia Content-Aware Fill, ovvero lo riempimento automatico dei bordi del fotogramma in base all’aspetto dell’immagine, è ora disponibile per Lightroom, Lightroom Classic Camera RAW, nella finestra di dialogo Merge Panorama. Un’altra utile funzione appena aggiunta a Lightroom Classic è l’esportazione multi-batch per esportare, se è necessario, lo stesso batch più volte e con differenti impostazioni, ad esempio una per il Web, una per il cliente e una per la stampa; è anche possibile creare vari profili personalizzati per rendere più facile questo procedimento. La modifica in batch invece, resa disponibile per Windows e Mac nel 2018 e per Android e Chrome OS nell’agosto di quest’anno, è ora anche possibile sui dispositivi iOS: si possono quindi copiare set di modifiche da una singola foto e incollarle su immagini selezionate in post.

Gli aggiornamenti di Creative Cloud desktop sono ora disponibili per tutti gli abbonati a Creative Cloud, compresi quelli che possiedono piani singoli o per studenti, team, istituzioni scolastici, agenzie governative e imprese. Le applicazioni mobile di Adobe sono disponibili per il download su iOS App Store e Google Play.

Redazione fotografia.it
  • Ultime News