X
Entra
Accedi
Fotografia.it

Da startup ad impero: la storia di Adobe

Redazione fotografia.it | 10 Ottobre 2020

Si chiama Cold Fusion ed è il canale YouTube sul quale è uscito un breve ma davvero completo video sulla storia di Adobe che da sturtup si è espansa negli anni fino a diventare il colosso che è ai giorni nostri.

Adobe era il nome di un torrente che scorreva dietro casa di John Warnock che, per chi non lo sapesse, è stato uno dei due fondatori di quella che oggi è la più famosa software house di editing fotografico e videografico. Adobe segue il filo del mito che lega le sturtup americane: John Warnock (che aveva appena lasciato Xerox) e Charles Geschke la crearono dal nulla nel 1982, partendo da un garage di Mountain View in California. Il logo fu disegnato dalla moglie di Warnock: Adobe inizialmente creò una nuova tipologia di stampanti laser e una nuova interfaccia che consentì di utilizzare il computer anche ai grafici.

storia-di-adobe-da-startup-ad-impero
John Warnock e Charles Geschke

Steve Jobs fu entusiasmato da questa tecnologia, tanto che cercò di acquistare la società per 5 milioni di dollari..ma Warnock e Geschke rifiutarono. Nonostante questo diventò il loro primo investitore al 19%, pagando una quota cinque volte maggiore di quella che era la valutazione di mercato rendendo, di fatto, Adobe la prima azienda della storia profittevole al suo primo anno di nascita: grazie a questo le prime stampanti laser Mac integrarono le nuove soluzioni Adobe.

storia-di-adobe-da-startup-ad-impero
John Warnock, Charles Geschke e Steve Jobs

Nel 1997 l’azienda entrò nel mercato consumer con Illustrator. Ma Photoshop, contrariamente a quanto si pensa, non è un prodotto nato dalle menti di Warnock e Geschke: lo si deve a due fratelli, Thomas e John Knoll. Loro mostrarono il loro programma ad Apple ed Adobe e loro lo amarono. Il resto è storia. E la storia è dettagliatamente raccontata nel video di Cold Fusion.

Redazione fotografia.it
  • Ultime News