X
Entra
Accedi
Ricordami la password
Fotografia.it
esperto-risponde-fotocamere

L’esperto risponde – Reflex vs Mirrorless

C’è poi così tanta differenza?

Redazione fotografia.it | 10 Luglio 2021

Ho letto con grande interesse l’articolo de “l’esperto risponde” dedicato alla scelta di Pentax di non entrare nel settore mirrorless e di rimanere nel settore reflex. Ma quali sono, all’atto pratico, i vantaggi del sistema mirrorless rispetto al sistema SRL? A mio parere praticamente nessuno: se per andare a fare reportage di viaggio o foto di matrimonio devo comunque portarmi lo zaino con tutto il corredo di ottiche e accessori vari, cosa cambia?
– Alberto

I principali vantaggi della configurazione mirrorless non sono proprio “nessuno”. Proviamo ad elencarli brevemente:

  • vedere già prima dello scatto l’effetto cumulativo di tutte le impostazioni correnti della macchina
  • ottima visibilità della scena inquadrata anche in luce scarsissima, dove il mirino reflex diventa buio
  • massima precisione nel fuoco, che è gestito direttamente dal sensore immagine
  • copertura totale del campo immagine da parte dell’autofocus
  • Focus tracking (aggancio e inseguimento del soggetto), anche con più oggetti in movimento nell’inquadratura (es. uccelli in volo)
  • riconoscimento del viso e dell’occhio di persone e animali, con vantaggi sulla precisione dell’esposizione e del fuoco, soprattutto se il soggetto si muove
  • facilità di adattare obiettivi vecchi e/o di altre marche grazie al corpo macchina più sottile
  • facilità di eseguire la messa a fuoco manuale di precisione sull’immagine ingrandita
  • minore rumore allo scatto per l’assenza dello specchio
  • silenziosità totale usando l’otturatore elettronico
  • possibilità di avere un mirino grande e luminoso a piacere, non più legato alle dimensioni del sensore
  • maggiore compattezza del corpo macchina e degli obiettivi appositamente progettati

L’ultimo punto è sicuramente relativo, almeno finché tutti gli obiettivi non saranno stati riprogettati in funzione dell’assenza dello specchio; qualche risultato importante in tal senso si è già visto, con obiettivi decisamente più compatti. È però vero che finora anche gran parte degli obiettivi per mirrorless si basa ancora su schemi ottici reflex. Per quanto riguarda il mirino, se ben realizzato, quello ottico è più piacevole di quello elettronico, con un minore consumo di energia e con l’affidabilità generale di un prodotto più maturo.

In definitiva il passaggio alla mirrorless non è solo una pura operazione commerciale, seppure ovviamente vi sia anche questo aspetto. Ma quei dodici punti sopra elencati non sono un dogma, certamente si potrà continuare a scattare con la reflex viste anche le caratteristiche di primo livello di cui sono dotati i modelli più recenti. D’altra parte, Leica è sopravvissuta per cinquant’anni facendo solo macchine a telemetro senza guardare cosa facessero gli altri!

La questione è “potrà Pentax fare una politica stile Leica, ovvero vendere sempre meno macchine ma a prezzi più elevati?”. Io temo di no, i numeri nel mondo parlano chiaro. Nonostante questo è altrettanto chiaro che, a dispetto della tradizione Pentax di ottimo rapporto tra prezzo e qualità, la nuova K-3 III è uscita con un prezzo di listino molto elevato: del resto, dovendo ammortizzare i costi di progettazione e industrializzazione su numeri di pezzi venduti sempre in calo, non c’è alternativa che aumentare il prezzo del singolo prodotto. Tanto più che il 98% del mercato mondiale della reflex è ancora in mano a Canon e Nikon, che di certo non vorranno regalare le loro quote di mercato a Pentax finché ci sarà del guadagno da fare.


Hai domande particolari che vorresti rivolgerci? Siamo a tua disposizione! Scrivici una mail a: tuttifotografi@fotografia.it!

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News