X
Entra
Accedi
Fotografia.it

DaVinci Resolve 17, nuovi aggiornamenti al software di edinting video BlackMagic

Redazione fotografia.it | 10 Novembre 2020

Circa 100 nuove funzioni e 200 aggiornamenti significativi a quelle già esistenti con in più l’inserimento del nuovo Neural Engine, che consente la creazione automatica di maschere per l’intera persona o per caratteristiche specifiche: ecco DaVinci Resolve 17.

“Questo è un enorme aggiornamento e offre nuove straordinarie tecnologie e funzionalità per coloristi, ingegneri del suono, editor e artisti degli effetti visivi” ha dichiarato il CEO di Blackmagic Design, Grant Petty. Le novità in DaVinci Resolve 17 sono davvero tante, sia per la versione gratuita che per quella a pagamento, ma ruotano tutte o quasi attorno a due grandi macroaree: la gestione del colore e i nuovi algoritmi di Intelligenza Artificiale. Il DaVinci Neural Engine consente la creazione automatica di maschere per la figura umana intera o per caratteristiche specifiche come un viso o le braccia inoltre, come nella nuova versione di Photoshop, si potranno modificare anche i tratti somatici: non solo, perché identifica automaticamente i volti e li riposiziona all’interno del frame durante la modifica in 16:9 HD o Ultra HD (per creare rapidamente versioni quadrate o verticali per la pubblicazione su piattaforme come Instagram), permettendo un notevole risparmio di tempo. Fairlight, la maschera che consente l’aggiunta e la gestione dei file audio, è stata arricchita con Audio Core – un motore audio di nuova generazione a bassa latenza che gestisce in modo intelligente i core e i thread della CPU nel computer: ora si potrà lavorare con un massimo di 2.000 tracce alla volta con effetti in tempo reale. Anche qui l’Intelligenza Artificiale entra in gioco con un tool che rileva automaticamente singole parole, battiti o effetti sonori e li segnala con dei marker che possono essere spostati e eliminati.

davinci-resolve-17-workspace
DaVinci Resolve 17 – Workspace

Infine il colore, “regolazioni pulite e dall’aspetto naturale”: DaVinci Wide Gamut e DaVinci Intermediate sono due nuovi spazi colore che BlackMagic afferma essere molto più ampio di quanto una moderna videocamera possa catturare. Migliorati gli strumenti di deformazione basati su mesh: è ora possibile regolare tonalità e saturazione o cromia e luminanza semplicemente trascindando le barre di controllo. Ma c’è anche una nuova funzione di classificazione HDR: i videomakers potranno ora creare nel backend nuove ruote dei colori personalizzate per gamme tonali specifiche, con controllo dell’esposizione e della saturazione all’interno di ciascuna zona dell’immagine.

davinci-resolve-17-color-editing
DaVinci Resolve 17 – Color Grading

Nota molto positiva del nuovo DaVinci Resolve 17 è la funzione Multiuser: ora sarà possibile per più utenti collaborare allo stesso progetto. DaVinci Resolve 17, sia in versione gratuita che in versione a pagamento “Studio”, è già disponibile come beta pubblica sul sito BlackMagic.

Redazione fotografia.it