X
Entra
Accedi
Fotografia.it

L’agenzia Magnum ha sospeso David Alan Harvey per molestie sessuali

Redazione fotografia.it | 21 Agosto 2020

Il consiglio dell’agenzia Magnum ha votato all’unanimità la sospensione del fotografo statunitense David Alan Harvey dopo che un membro del direttivo è stato contattato in modo confidenziale riguardo a quello che viene descritto come “comportamento personale che viola le regole dell’agenzia”: molestie sessuali.

In una dichiarazione al Guardian, l’agenzia ha dichiarato: “Negli ultimi giorni è stata fatta una specifica accusa in via confidenziale relativa alla condotta personale di David Alan Harvey. Tale comportamento rappresenterebbe una violazione del codice di condotta di [Magnum]”. Ma queste accuse hanno un’origine ben precisa e provengono direttamente da colleghi di lavoro e aspiranti fotografe professioniste, un comportamento che sarebbe “uno dei segreti peggio custoditi dell’industria fotografica”. A puntare direttamente il dito contro Harvey è la fotografa Amanda Mustard che aggiunge anche che i modi di fare del fotografo sono sempre stati conosciuti non solo dai colleghi ma anche dall’agenzia stessa.

Per queste ragioni David Alan Harvey è stato ad ora sospeso da Magnum, in attesa che la situazione venga chiarita dalle indagini sul caso, così come il suo archivio di immagini ad ora è offline. Il presidente Olivia Arthur ha detto che la scorsa settimana che l’agenzia ha avviato anche una “revisione interna approfondita per assicurarsi di comprendere appieno le implicazioni che il materiale storico potrebbe avere sia in termini di immagini che di contesto”.

Redazione fotografia.it
  • Ultime News