X
Entra
Accedi
Fotografia.it

Apple abbandona Intel: i nuovi chip M1 sono su tutti i nuovi MacBook

Redazione fotografia.it | 11 Novembre 2020

Apple ha presentato ieri sera i suoi primi computer alimentati dal nuovo chipset M1: Apple lascia quindi Intel e costruisce un chip progettato specificamente per Mac con notevoli vantaggi, dal risicato consumo della batteria al raddoppio delle prestazioni generali. I nuovi MacBook Air e MacBook Pro, annunciati durante l’Apple Event, sono quindi i primi di una nuova generazione.

apple-event-federighi
Apple Event – Craig Federighi

Apple M1

All’interno di tutti i nuovi Mac che Apple ha presentato all’Apple Event c’è il nuovo chipset M1, il primo chip progettato specificamente per Mac: utilizza un’architettura a 5 nm, con circa 16 miliardi di transistor. M1 dispone di otto core, quattro core ad alte prestazioni e quattro core ad alta efficienza, che lavorano insieme per fornire prestazioni migliori con un consumo energetico inferiore: secondo Apple, paragonato ai chip che si trovano oggi sui PC di fascia alta, riesce ad offrire le medesime prestazioni utilizzando solo il 25% della CPU e il 33% della GPU ma soprattutto offre il doppio delle prestazioni totali a piena potenza. Il chip M1 permette quindi ad Apple di costruire una SoC proprietaria in grado di massimizzare e velocizzare la gestione e il passaggio dei dati, dato che più parti provenienti di farnitori differenti hanno bisogno di utilizzare tanta memoria per poter comunicare tra di loro.

L’elaborazione, soprattutto l’editing video, probabilmente non sarà più lo stesso: in coda all’annuncio di ieri con il quale BlackMagic ha reso disponibile la prima beta version di DaVinci Resolve 17, i nuovi Mac saranno in grado di gestire flussi video in 8K ProRes frame per frame e senza latenza. Ovviamente sarà permeato di Intelligenza Artificiale per cui, “One more thing”: Apple dichiara che la Neural Engine a 16 core di M1 è in grado di eseguire 11 trilioni di operazioni al secondo con prestazioni di apprendimento automatico 15 volte superiori rispetto ai processori Intel precedenti.

apple-event-davinci-resolve
Apple Event – Workflow su DaVinci Resolve

MacBook Pro 13″

Esternamente identico al MacBook Pro precedente, il nuovo 13″ si differenzia quasi unicamente per il chip M1: offre una velocità di elaborazione 2.8 volte superiore (CPU), 5 volte le prestazioni grafiche (GPU) e 11 volte le prestazioni di apprendimento automatico. Inoltre permette fino a 17 ore di navigazione web e 20 ore di riproduzione video con una singola carica, circa 10 ore in più rispetto ai precedenti MacBook Pro basati su Intel. Ultima novità è un sono i tre microfoni integrati di nuova concezione. Il display da 13″ è chiaramente Retina con luminosità di 500 nits, gamma colore P3 con il 25% di colori in più (soprattutto rossi e verdi) rispetto allo standard sRGB e tecnologia True Tone, che regola in automatico il bilanciamento del bianco in base alla temperatura colore della luce ambientale. Per il resto Apple non si sbottona troppo, simbolo che le novità sono finite qui; sull’hardware rimangono quindi tastiera Magic Keyboard – introdotta a maggio 2020 con quelli che un tempo erano i nuovi MacBook con Intel, connessioni Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0, Touch ID, una fotocamera FaceTime 720p, due porte Thunderbolt/USB 4 e un jack per cuffie da 3.5 mm.

apple-event-macbook-pro
Apple Event – MacBook Pro 13″

Oltre quindi alle versioni con Intel i5, i nuovi MacBook Pro 13″ con chip M1 saranno disponibili sul sito Apple dal 17 novembre: la versione con 256 GB di archiviazione SSD a € 1.479, la versione con 512 GB di archiviazione SSD a € 1.709.

MacBook Air

Lo stesso discorso fatto precedentemente lo possiamo fare anche per il nuovo MacBook Air: 3.5 volte più veloce (CPU) del suo predecessore con processore Intel, prestazioni grafiche 5 volte più veloci (GPU) e di machine learning 9 volte migliori, fino a 15 ore di navigazione web e 18 ore di riproduzione video. Anche qui il display Retina supporta una gamma colore P3 con il 25% di colori in più (soprattutto rossi e verdi) rispetto allo standard sRGB e tecnologia True Tone, che regola in automatico il bilanciamento del bianco in base alla temperatura colore della luce ambientale. Chiudono le caratteristiche una tastiera Magic Keyboard, connessioni Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0, Touch ID, una fotocamera FaceTime 720p, due porte Thunderbolt/USB 4 e un jack per cuffie da 3.5 mm.

apple-event-macbook-air
Apple Event – MacBook Air

Anche MacBook Air sarà disponibile sul sito Apple dal 17 novembre in due versioni: con GPU 7 core e archiviazione SSD da 256 GB a € 1.159, con GPU 8 core e archiviazione SSD da 512 GB a € 1.429.

Redazione fotografia.it