X
Entra
Accedi
Fotografia.it

Il nuovo software di Canon trasforma le EOS in vere e proprie webcam

Redazione fotografia.it | 4 Maggio 2020

A causa del Covid-19, la comunicazione via web è diventata sempre più importante per tutti: che sia per puro e semplice intrattenimento con gli amici e i familiari o che sia per lavoro, le videochiamate e le videoconferenze sono ormai parte integrante della nostra realtà. In questo mondo in continua evoluzione Canon sviluppa EOS Webcam Utility Beta, software che permette di trasformare le fotocamere EOS in vere e proprie webcam per pc.

Il nostro obiettivo è che il software EOS Webcam Utility Beta possa contribuire a ridurre parte dello stress da lavoro a distanza per i dipendenti che hanno la necessità di fare videoconferenze e riunioni virtuali.” ha detto Tatsuro Kano, vice presidente esecutivo di Canon USA, Inc. Imaging Technologies & Communications Group. Chiaramente ogni pc al giorno d’oggi è dotato di una webcam, ma nella quasi totalità dei casi non riproduce un’immagine dignitosa di chi gli sta davanti: di sicuro non permette di registrare video di qualità, dato che è impossibile andare a settare esposizione, messa a fuoco e bilanciamento del bianco, inoltre soffre molto in condizioni di luce scarsa. Tutti parametri che si potrebbero gestire con la propria fotocamera. Ed è proprio per questo che EOS Webcam Utility Beta è un’intelligente soluzione per lo smartworking dando la possibilità ai possessori di una Canon EOS di registrare video e audio di qualità con la propria reflex o mirrorless.

Ecco la lista delle fotocamere supportate: reflex, mirrorless e compatte.

I codici dei modelli americani sono differenti, per una più facile lettura ecco la dicitura “Rebel” in formato europeo. Dall’alto in basso: EOS 200D, EOS 250D, EOS 1300D, EOS 750D, EOS 2000D, EOS 800D, EOS 4000D.

Il software, ancora in versione Beta ma stabile, è scaricabile sul sito Canon USA.

Redazione fotografia.it