Fotografia.it

Samsung presenta il nuovo sensore Isocell GN1 da 50 Mpxl

Redazione fotografia.it | 19 Maggio 2020

Samsung ha appena annunciato il suo nuovo sensore da 50 Mpxl con pixel più grandi, meccanismo di messa a fuoco automatica più veloce e supporto per la registrazione video 8K/30p.

Samsung è sempre stata in prima linea nella produzione di sensori e ad ora detiene circa il 17.9% del mercato mondiale, secondo produttore dietro Sony – almeno stando alla ricerca pubblicata a febbraio 2019. Nonostante la massiva produzione, molto spesso questi numeri non sono bastati a soddisfare l’intera domanda di dispositivi mobili tanto a costringere l’azienda a rivolgersi alla sua diretta concorrente per poterla soddisfare – come nel caso di Galaxy S6 anni fa. Oggi però Samsung annuncia il suo nuovo sensore Isocell GN1 da 50 Mpxl con tecnologia Tetracell: GN1 ha una superficie di 1/1.3″, quindi leggermente più piccolo di quello montato su Huawei P30 Pro, e pixel da 1.2 µm che grazie alla Pixel Binning (o Tetracell se preferite) raggiungerebbero la dimensione di 2.4 µm per produrre un file da 12.5 Mpxl, la medesima risoluzione di un Huawei P40 Pro. Nuove tecnologie fanno però la loro comparsa: il sistema AF Dual Pixel e la possibilità di scattare in modalità High Res per produrre un file da 100 Mpxl.

Yongin Park, Executive Vice President of Sensor Business at Samsung Electronics, ha detto: “Grazie a tecnologie innovative, Samsung è stata in prima linea nell’offrire sensori di immagini ad alte prestazioni che soddisfano da vicino esigenze di mercato sempre più diversificate. Isocell GN1 fa parte di questo impegno nel fornire immagini straordinarie ai consumatori in qualsiasi ambiente. Continueremo a introdurre soluzioni per sensori di immagine all’avanguardia che diventeranno le prossime tendenze nella fotografia mobile.”

Vedremo come Samsung riuscirà a conciliare il tutto. Nominalmente questi sensori sono una grande evoluzione rispetto agli Isocell GM1 montati su Galaxy S9, sono più grandi degli Isocell HMX dei nuovi Galaxy S20 ma rimangono comunque più piccoli rispetto a quelli che stiamo vedendo sui device Huawei, da P30 Pro a P40 Pro. Sarà l’ennesima sfida sulla qualità fotografica che si combatterà nel mondo mobile.

Redazione fotografia.it
  • Ultime News