X
Entra
Accedi
Ricordami la password
Fotografia.it
esperto-risponde-fotocamere

L’esperto risponde – Quale fotocamera per la streetphotography?

Compatta, mirrorless o smartphone per la street? Cosa mi consigliate per ottenere stampe di qualità?

Redazione fotografia.it | 25 Aprile 2021

Buongiorno. Ho una certa esperienza fotografica in campo reflex, ma pensavo all’acquisto di una fotocamera leggera, di qualità e non troppo visibile per fare della Street Photography. Che prodotto mi consigliereste con un budget di non più di 600 o 700 euro? Oppure secondo voi potrei andare senza rimpianti su uno smartphone di fascia alta, tipo Huawei? Intendo anche per ottenere stampe di qualità. Grazie.
Evelyn

Domanda tutt’altro che banale che richiede una risposta articolata; oggi la Street si presta a svariate soluzioni operative come mai in passato. Il concetto di fotocamera poco appariscente trova il compromesso ideale in una compatta di qualità, oppure in una mirrorless, magari di formato non superiore all’APS-C. I prezzi che ha indicato poi non consentono di puntare a modelli molto recenti, ma di guardare indietro di qualche anno. Due considerazioni preliminari:

  • l’indiscutibile utilità dello scatto totalmente silenzioso offerto dall’otturatore elettronico
  • il mirino e lo schermo inclinabile, per fotografare in piena luce e da angolazioni insolite

Fotocamere

Per questi motivi, se desidera l’ottica intercambiabile vedrei bene Fujifilm X-T100 e Sony A6300 come APS-C e Panasonic GX80 nel micro 4/3.
Il sensore più piccolo del micro 4/3 rende meno ingombranti gli obiettivi, mentre il formato del sensore e alcune peculiarità tecniche rendono le due mirrorless APS-C particolarmente appetibili per chi volesse qualcosa in più come gamma dinamica e rapporto segnale/disturbo.
C’è da dire che l’autofocus della X-T100 è un po’ inferiore a quelli di altre Fuji attuali, ma facendo della Street alla maniera classica si pre-focheggia alla distanza desiderata e si scatta senza ritardi al momento perfetto per cogliere l’azione. Molto interessanti sarebbero anche Fujifilm X-E4, Panasonic GX9 e Sony A6400, ma vanno oltre il budget che lei mi indica.

Con l’ottica non intercambiabile si può scegliere tra una focale fissa e uno zoom di escursione contenuta e ottima luminosità. Maggiore rigore in ripresa nel primo caso, versatilità nel secondo. Consiglierei Fujifilm XF10 oppure Ricoh GRII, tutte senza mirino elettronico. XF10 ha un sensore da 24 Mpxl di tipo X-Trans e lo schermo fisso; GRII con 16 Mpxl ha lo schermo fisso e le manca anche l’otturatore elettronico ma può montare un mirino ottico con copertura equivalente all’obiettivo. Peccato per l’otturatore, perché la GRII ha una qualità eccellente e un aspetto molto schivo, che la fanno preferire da molti Street photographers. Tra i modelli zoom molto interessante Panasonic LX100 poiché abbina il sensore 4/3 con un obiettivo equivalente a un 24-75mm f/1.7-2.8. Ha il mirino ma non schermo inclinabile.

Tra i modelli con sensori da un pollice si può scegliere tra Panasonic LX10 con zoom equivalente a 24-72mm f/1.4-2.8 e Sony RX100 IV con zoom equivalente a 24-70mm f/1.8-2.8. Ci sarebbero altre compatte zoom di qualità, tra le quali diverse Canon, ma le ho escluse per la mancanza dello scatto silenzioso. Anche Canon offre una alternativa interessante per la fascia di prezzo che ha indicato: PowerShot G7 X Mark III, sensore da 20 Mpxl ed obiettivo f/1.8-2.8 equivalente ad un 24-100mm.

Queste sono una decina di alternative sul nuovo e capisco che siano ancora troppe; anche il mercato dell’usato potrebbe offrire modelli più recenti, così come potrebbbero esserci interessanti offerte dei negozianti. Le consiglio di scegliere in base alle sue priorità se stare sull’ottica intercambiabile oppure su quella fissa.
Come sempre ripetiamo è importante provarle in un negozio e non comprarle “a scatola chiusa”; sono tutte di ottima qualità, ma c’è sempre da considerare il feeling personale e le “incompatibilità di carattere”.

Smartphone

Ora, l’opzione smartphone. Innegabile che ormai abbia sostituito le fotocamere compatte: lo si ha sempre con sé e permette di condividere immediatamente le immagini. Due sono gli aspetti pratici che però ancora li fanno stare un passo indietro:

  • l’ergonomia
  • il ritardo nell’AF

Forse però l’aspetto da considerare maggiormente è il prezzo. Se si vuole puntare alla qualità di scatto, bisognerebbe puntare sui top di gamma; ma ormai la fascia alta, per tutti i marchi, parte da almeno € 900 in su. Vero anche che spesso non si acquistano direttamente ma si ottengono con un contratto stipulato con il fornitore della rete. In questo caso ogni smartphone recentissimo è ottimale: da OnePlus 9 a Oppo Find X3, da Samsung Galaxy S21 a Sony Xperia 1 II o III, fino a considerare anche Huawei P40 ma qui bisognerebbe rinunciare ai servizi Google.

In fascia economica però ci sono alcune soluzioni interessanti; non saranno ai livelli dei top di gamma ma di certo si difendono molto bene. Ad esempio i Nokia, dal 7.2 al 8.3, sono di qualità e non costano uno sproposito. Stesso discorso per la serie Samsung Galaxy A: le differenti diciture indicano più che altro le diverse dimensioni dello schermo, ma il comparto fotocamera è preso dai Galaxy S. Un vero top di gamma ad un prezzo abbordabile è invece Huawei P30: è l’ultimo modello Huawei con servizi Google installati e ad ora si può trovare ad un prezzo davvero interessante.

Stampa

Piccola parentesi sulla stampa. Si ricordi sempre che la qualità passa non solo attraverso il sensore della fotocamera o dello smartphone che usa ma anche dal servizio che di stampa che sceglie. Molti ad ora offrono stampe molto economiche che non sempre valorizzano gli scatti fatti.


Hai domande particolari che vorresti rivolgerci? Siamo a tua disposizione! Scrivici una mail a: tuttifotografi@fotografia.it!

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News