X
Entra
Accedi
Ho dimenticato la password
X
Se il tuo indirizzo è presente nel nostro database riceverai una mail con le istruzioni per recuperare la tua password

Chiudi
Reset password
Inserisci il tuo indirizzo email nella casella sottostante e ti invieremo la procedura per resettare la password
Invia
X
Grazie per esserti registrato!

Accedi ora
Registrati
Registrati
Ho dimenticato la password
Fotografia.it
nikon_z9_launch_03

Nikon Z9

Nikon Z9: facciamo un confronto tra modelli da 45 Mpxl

Un’altra breve e gratuita opinione non richiesta su come inquadrare giustamente una fotocamera: in questo caso Nikon Z9.

Francesco Carlini | 29 Ottobre 2021

Prendiamo (virtualmente) Nikon Z9 e facciamo un confronto. Sarà giusto paragonarla a Canon EOS R5? O forse è meglio scomodare qualche altro modello come Sony A1?

Dopo aver lentamennte sgomitato per farsi spazio, Nikon è finalmente è arrivata dove tutti la stavamo aspettando. Quel varco è solcato da Nikon Z9, presentata come ammiraglia per il fotografo professionista sportivo. Non nascondo che ne sono molto felice, ho sempre sofferto vedere un brand come quello giallonero faticare in un mercato che sembrava muoversi ad un passo più veloce di quanto l’azienda potesse sostenere. Ma Z9 cambia un po’ le aspettative di ciò che ci attendiamo da ora in poi. Adesso capisco il perché di un modello come D6, a conti fatti solamente nuovo nella dicitura e non troppo nelle prestazioni; un annuncio che mi aveva lasciato un po’ perplesso.

Nikon Z9 è una fotocamera matura, veramente nuova sotto ogni aspetto, pronta per far fare il cambio di sistema ai nikonisti che ancora imbracciano una Reflex. Ciò solitamente accade solo quando c’è tanta consapevolezza aziendale; e questa è data da alcuni accorgimenti e qualche azzardo. I primi sono da ricercare nel nuovo sensore BSI-CMOS Stacked e nel sistema AF con 3D Tracking, un’aggiunta che farà felici proprio tutti quelli che arrivano dallo specchio; è infatti lo stesso che c’è su tutte le D professionali e non costringe a cambiare le proprie abitudini, come invece avveniva con Z6 e Z7. Gli azzardi sono due: utilizzare per la prima un nuovissimo sensore BSI-CMOS Stacked e non dotare la macchina di otturatore meccanico. Non sono cose di poco conto, anzi.

Ma, entusiasmo personale a parte, veniamo alla domanda principale: a cosa è paragonabile Z9? Arriviamoci per gradi e prendiamo ad esempio tutti i modelli high end da 45 Mpxl e oltre disponibili ora sul mercato.

Primo paragone casalingo: come si posiziona Z9 rispetto a Nikon Z7 II. Guardando agli aspetti principali non c’è storia: Z9 ha un’anima professionale sportiva che manca a Z7 II. Il sensore nominalmente è uguale ma su Z9 è BSI-CMOS Stacked, la raffica è raddoppiata (o triplicata), la stabilizzazione è migliore. Certo, i punti AF sono gli stessi ma Z7 II non ha il 3D Tracking.


Nikon Z9


  • BSI-CMOS Stacked 45 Mpxl
  • 20/30 fps (Raw+Jpeg/Jpeg)
  • AF ibrido a 493 punti
  • Stabilizzazione 5.5 stop
  • EVF da 3.68 milioni di punti e 60 fps
  • DCI 8K/30p (60p nel 2022)
  • Prezzo: € 5999

Nikon Z7 II


  • CMOS 45 Mpxl
  • 10 fps (Raw+Jpeg)
  • AF ibrido a 493 punti
  • Stabilizzazione 5 stop
  • EVF da 3.68 milioni di punti e 60 fps
  • UHD 4K/60p
  • Prezzo: € 3.399

Controlliamo ora tutti gli altri modelli che registrano video 8K. Il primo è, anche per questione di anzianità, Canon EOS R5. Spicca la differenza di mirino EVF a favore di Canon ma la possibilità per Z9 di arrivare ai 30 fps anche se solo in Jpeg. Da considerare però che EOS R5 non è una macchina pensata per lo sportivo..anche se le caratteristiche ci sarebbero.


Nikon Z9


  • BSI-CMOS Stacked 45 Mpxl
  • 20/30 fps (Raw+Jpeg/Jpeg)
  • AF ibrido a 493 punti
  • Stabilizzazione 5.5 stop
  • EVF da 3.68 milioni di punti e 60 fps
  • DCI 8K/30p (60p nel 2022)
  • Prezzo: € 5999

Canon EOS R5


  • CMOS 45 Mpxl
  • Raffica 20 fps (Raw+Jpeg)
  • AF ibrido a 1053 punti
  • Stabilizzazione 5 stop
  • EVF da 5.76 milioni di punti e 120 fps
  • DCI 8K/30p
  • Prezzo: € 4709

Infine arriviamo a quella che forse sembra il giusto termine di paragone: Sony A1 con la quale condivide la quasi parità di risoluzione e tecnologia del sensore, la stabilizzazione e, per ora, il video. Il modello Sony tiene i 30 fps in Raw compresso e ha un mirino impressionante da 9 milioni di punti con refresh rate di 240 fps; anche Z9 raggiunge i 30 fps (solo in Jpeg) ma il pannelllo EVF non è assolutamente paragonabile. Sono due modelli con un target differente ma non sono poi così lontani tra loro.


Nikon Z9


  • BSI-CMOS Stacked 45 Mpxl
  • 20/30 fps (Raw+Jpeg/Jpeg)
  • AF ibrido a 493 punti
  • Stabilizzazione 5.5 stop
  • EVF da 3.68 milioni di punti e 60 fps
  • DCI 8K/30p (60p nel 2022)
  • Prezzo: € 5999

Sony A1


  • BSI-CMOS Stacked 50 Mpxl
  • 30 fps (Raw compresso+Jpeg)
  • AF ibrido a 793 punti
  • Stabilizzazione 5.5 stop
  • EVF da 9.44 milioni di punti e 240 fps
  • DCI 8K/30p
  • Prezzo: € 7300

La differenza più marcata tra tutti i modelli sopra citati è sicuramente il mirino EVF. Quello di Sony A1 gioca un’altra partita ma anche quello di Canon EOS R5 è su un altro piano; i valori di refresh rate non sono opinabili, sulla carta l’unica Mirrorless in grado di offrire una visione davvero senza lag è A1. L’assenza o meno di blackout invece può dipendere anche da altri fattori e di sicuro già i 120 fps di EOS R5 possono garantire una visione molto fluida e senza la percezione che ci sia un fotogramma nero in raffica.

Nikon non ha comunicato in modo chiaro e preciso il refresh rate del suo EVF ma da quello che ho potuto vedere in giro per il web sembrerebbe proprio fermarsi ai 60 fps; un numero questo che sarebbe in linea con quello di Z7 II (stessi punti, quindi anche stessi fps) ma che non garantirebbe quanto promesso. Ma questo potrò scoprirlo solo quando potrò vederla dal vivo e provarla..speriamo molto presto.

Nikon Z9 rimane l’unica ad ora che riuscirà a raggiungere una qualità video 8K/60p grazie ad un aggiornamento che sarà disponibile a pagamento nel 2022.

Francesco Carlini
In primis appassionato di fotografia, dal 2008 faccio parte del team di Editrice Progresso, storica casa editrice italiana fondata nel 1894, e gestisco il sito www.fotografia.it. Al lavoro redazionale e giornalistico nel corso degli anni ho affiancato il lavoro di prova dei prodotti e delle misurazioni di laboratorio riguardanti fotocamere, obiettivi e smartphone.
  • Cerca

  •  

  • Ultime News