X
Entra
Accedi
Ricordami la password
Fotografia.it

Nikon sta per staccare la spina alle reflex di fascia bassa

Redazione fotografia.it | 19 Gennaio 2021

Nikon Giappone ha deciso di marchiare come “Old Product” sia Nikon D3500 che Nikon D5600. Una decisione che ne segna il futuro, dato che solitamente questo è il primo passo che un’azienda fa per mettere un prodotto fuori produzione.

nikon-d3500-d5600
Nikon D3500 e Nikon D5600 presto fuori produzione

Probabilmente questo è solo il primo passo verso il definitivo sto alla produzione di entry level: marchiare come “vecchie” sia Nikon D3500 che D5600 le porterà pian piano fuori produzione, almeno così accade solitamente. La sede centrale ha anche specificato che i due modelli non saranno più distribuiti in Giappone e che altri Paesi seguiranno in un futuro molto prossimo; ma il “quando” dipenderà unicamente dalle esigenze specifiche di ogni singolo mercato, una tutela per i consumatori.
Molto probabile, anzi quasi limpido, che questo sia un primo passo previsto nel rinnovato piano di riassestamento di cui parlavamo a novembre, dopo la pubblicazione dei risultati fiscali dell’anno in corso. Scrivevamo così:

“Ma non scordiamo che la società è in ricostruzione: data la sempre crescente domanda di Mirrorless Full Frame, che ormai sono a tutti gli effetti sempre più vicini alle top di gamma proprio per una specifica richiesta del mercato, Nikon (ma anche Canon) soffre la mancanza di domanda di corpi reflex di fascia medio-bassa..numeri che prima la facevano da padrone ma che ora influiscono sui bilanci e appesantiscono la catena produttiva. Ormai i fotografi non spendono più le cifre di tanti anni fa, non cambiano più i corpi con grande frequenza ma preferiscono investire in prodotti costosi e prestazionali una tantum, che potranno durare nel tempo. E proprio per questo motivo Nikon ha pronto un piano di aggiornamento delle linee di produzione che porterebbe anche alla dismissione di quelle legate al mondo Reflex per privilegiare la tecnologia Mirrorless”

Questo pensiero è anche con i dati CIPA appena rilasciati, che vedono sempre più la predominanza delle mirrorless ma che soprattutto evidenziano trend ormai assodato in questo recente periodo e che le aziende stanno ormai sposando: si compra meno ma si spende mediamente di più. Tanti anni fa, nei tempi d’oro del digitale, erano infatti le reflex entry a trainare il segmento e a fare numeri incredibili. Prodotti molto basilari venduti ad un prezzo incredibilmente basso che venivano acquistati con voracità: in un parco così vasto di acquirenti ed appassionati, qualcuno si sarebbe spostato su prodotti più complessi e costosi diventando cliente fedele..questa la regola di mercato. Ma oggi non è più così. Oggi una reflex da € 350 non attira più il pubblico e non perché questo non sia meno appassionato di prima ma perché ormai l’interesse è solo verso le nuove tecnologie e i modelli top di gamma; per questo ora i prodotti sono in calo in quanto a scelta ma hanno un prezzo decisamente elevato. Ciò chiaramente comporta un riassestamento delle priorità, che per un’azienda significa anche riconversione di enormi linee di produzione che hanno elevati costi fissi, veri macigni sui bilanci quando non lavorano a pieno regime.

In ogni caso Nikon D3500 e Nikon D5600 saranno solo i primi prodotti interessati da questo cambio di rotta. Attenzione, ciò non vuol dire che le reflex non saranno più prodotte: quelle di fascia alta, quelle per i professionisti, godono ancora di un vasto pubblico e di un’ampia richiesta essendo ancora la prima scelta di molti per la fotografia sportiva e naturalistica.

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News