X
Entra
Accedi
Fotografia.it

Huawei presenta a Monaco la nuova serie Mate 30

Redazione fotografia.it | 19 Settembre 2019

Huawei toglie il velo ai nuovi Mate 30, smartphone dei quali ormai si sapeva quasi tutto..o almeno si pensava, dato che l’azienda cinese ha stupito con caratteristiche tecniche rimaste celate fino ad ora. Se Mate 30 è una fisiologica evoluzione di Mate 20 Pro (qui le nostre misurazioni), Mate 30 Pro è una vera scoperta: raggiunta una qualità fotografica pressoché imbattuta, il nuovo device spinge in maniera estrema sulle potenzialità video.

Huawei Mate 30 Pro è dotato di un display chiamato “Horizon Display” da 6.53″ curvo ai bordi (88°). A causa, o per fortuna, di questo design i tasti quasi spariscono: quello di accensione/spegnimento si trova sulla scocca superiore mentre quelli volume si controllano via software, agendo con il dito sulla curcatura dello schermo. Ma questa non è l’unica gesture che possiamo trovare: tramite i sensori posti sulla fotocamera anteriore infatti si potranno scorrere le pagine o ingrandire le immagini delle galleria solo “con l’imposizione delle mani”.

Ma la cosa più interessante, come sempre quando si parla di un’azienda legata a doppio filo con Leica, è il comparto fotocamera: una fotocamera principale da 40 Mpxl con ottica grandangolare (27mm) e apertura f/1.6 stabilizzata OIS, una da 40 Mpxl con ottica ultragrandangolare (18mm) e apertura f/1.8, una da 8 Mpxl con ottica tele (80mm) e apertura f/2.4 stabilizzata OIS – il quarto sensore che figura sulla scocca è invece un sensore di profondità 3D. Il sensore da 40 Mpxl della fotocamera principale è il medesimo CMOS da 1/1.7” che abbiamo potuto apprezzare già su P30 Pro, quindi Super Sensing RYYB (con due pixel gialli al posto di due pixel verdi): dei benefici di questo nuovo schema abbiamo già parlato, sul blog trovate tutti i dettagli e le misurazioni.

A stupire è quello dietro l’ottica ultragrandangolare chiamata Ultra Wide Cine, che è di nuova concezione: innanzitutto rispetto a quello principale ha un rapporto di 3:2 (e non 4:3); secondariamente è più grande, misura 1/1.54″, e quindi in grado di incamerare più luce. Il perché è semplice ed è la vera grande novità di questo device: è il sensore primario anche per i video, capace di catturare filmati in 4K a 60 fps (o in Super Slow Motion fino a 7680 fps) con gamma dinamica estesa e ISO massimo di 51200. Per sfruttare al massimo queste potenzialità ci saranno anche dei Professional Videography Companion: piena compatibilità quindi con Osmo Mobile 3 e con Profoto C1 Plus (che abbiamo visto in anteprima assoluta pochi giorni fa).

Tutto ciò è reso possibile grazie al processore Kirin 990 presentato in IFA la settimana scorsa, con modem 5G integrato e ben 21 antenne, e il nuovo ISP 5.0 adibito unicamente all’elaborazione delle immagini e dei video. per supportare questa potenza di calcolo la batteria è da 4500 mAh con Super Charge sia via cavo che wireless.
A parità di chip, Huawei Mate 30 è una versione più basilare: display leggermente più grande da 6.62″ e senza curvatura ai bordi, batteria di “soli” 4.200 mAh. Il comparto fotocamera è molto simile a quello visto su P30 Pro ma meno luminoso: fotocamera principale da 40 Mpxl con ottica grandangolare (27mm) e apertura f/1.8 stabilizzata OIS, fotocamera da 16 Mpxl con ottica ultragrandangolare (16mm) e apertura f/2.2 e fotocamera da 8 Mpxl con ottica tele (80mm) e apertura f/2.4 stabilizzata OIS; il quarto sensore qui non è 3D come su Mate 30 Pro ma solo laser. Chiaramente perde anche le estreme potenzialità video della Super Sensing Cinema Camera.

Ma veniamo alla parte spinosa,ovvero l’integrazione con Google. Come detto da Richard Yu sul palco di Monaco, la EMUI10 non avrà  Android, Google Mobile Services e Google Apps per cui niente Maps, Gmail, YouTube o Play Store. In alternativa offriranno la loro App Gallery e Huawei Mobile Services, inoltre il CEO ha garantito che l’azienda ha già stanziato faraonici investimenti iper sviluppare in tempi record questo ecosistema. Nessun problema quindi per il mercato cinese, una vera e propria sfida per il mercato mondiale.

Huawei Mate 30 Pro e Huawei Mate 30 saranno disponibili in autunno e avranno un prezzo rispettivamente di € 1.099 ed € 799.

Redazione fotografia.it
  • Ultime News