X
Entra
Accedi
Ho dimenticato la password
X
Se il tuo indirizzo è presente nel nostro database riceverai una mail con le istruzioni per recuperare la tua password

Chiudi
Reset password
Inserisci il tuo indirizzo email nella casella sottostante e ti invieremo la procedura per resettare la password
Invia
X
Grazie per esserti registrato!

Accedi ora
Registrati
Registrati
Ho dimenticato la password
Fotografia.it
moritz-mentges-NuidkZeNC4s-unsplash

Photo by Moritz Mentges on Unsplash

Che fine ha fatto Panasonic?

Domande lecite sul futuro di una storica apripista del segmento fotografico: Panasonic.

Francesco Carlini | 13 Gennaio 2022

Panasonic si sta concentrando sulla produzione di ottiche compatte per il mondo video, caratterizzate dalle medesime dimensioni e apertura, in grado di essere sostituite al volo a seconda dell’esigenza e dei cambi di inquadratura del videomaker. Il tutto senza creare problemi di ricalibrazione dei gimbal o degli stativi. Ma se ne sono perse le tracce per quando riguarda i corpi macchina. Come mai?

Panasonic poteva essere il produttore di fotocamere numero uno al mondo, da quando nel 2008 presentò la prima Mirrorless stabilizzata internamente. Nei due anni successivi la quota dell’azienda in Giappone era del 90% ma da quel momento le cose sono cambiate. Oggi Panasonic è quinta per volumi di vendita dietro Sony, Canon, OM Digital e Fujifilm segnando un risicato 8% sul mercato, come riporta Nikkei.

fotopuntoit_nikkei_panasonic-market-share
Quote di mercato Panasonic – Nikkei

La rinascita potrebbe ripartire dal video, segmento sul quale l’azienda ha sempre puntato praticamente tutto: dall’invenzione della prima Lumix GH fino ad arrivare a Lumix S1H e al “cubotto” Lumix BS1H. E se è vero che a breve dovrebbe far capolino una nuova Lumix GH6 è altrettanto vero che sul pieno formato Panasonic sembra un po’ congelata nelle sue posizioni. Il Micro Quattro Terzi ha ancora determinati vantaggi nel video semi-professionale, rimane tuttora una prima scelta per i creatori di contenuti che vogliono viaggiare leggeri ed avere una maggior profondità di campo; ma il Full Frame sta colmando questo gap grazie alle nuove tecnologie e ad un parco ottiche sempre più mirato.

panasonic-lumix-s1h
Panasonic Lumix S1H

Le acque in cui sta navigando Panasonic sono abbastanza tumultuose. Nonostante sia una vera e propria multinazionale, il segmento foto in sofferenza probabilmente limita le strategie aziendali e la comunicazione mirata..un aspetto fondamentale al giorno d’oggi. Senza una conferma degli intenti aziendali, viene meno la fiducia del pubblico e ciò si tramuta in una diversa scelta in fase di acquisto. E se questo aspetto è importantissimo per l’appassionato è ancor più fondamentale per un professionista che abbisogna di supporto pratico sul campo. Lumix S5 è stata uno dei modelli meglio pensati della storia recente Panasonic. Una macchina che avrebbe potuto cambiare le carte in tavola del mercato nel 2020 ma che sembra un po’ rimasta ferma ai blocchi.

panasonic_lumix_s5_12
Panasonic Lumix S5

La collaborazione con Leica e Sigma sfociata nella L-Mount Alliance sta portando frutti? Probabilmente a Leica sì, dato che così ha ampliato e “scontato” il suo parco ottiche di terze parti. Sigma pare procedere come prima, senza particolari scossoni. Panasonic sembra non stia ancora godendo dei vantaggi di questa partnership.

Per fare un esempio di chi si trova in una simile posizione, ma che si sta muovendo diversamente e con frutti, possiamo chiamare in causa Nikon. Meno percentuali di mercato in Giappone e riassestamento in corso. Nonostante questo il colpo di reni dato negli ultimi due anni sta preparando la risalita: tanti nuovi modelli presentati, una costante comunicazione con il pubblico, una via di uscita ben chiara dalla crisi. Perché i risultati non si vedono subito, occorre tempo. E muoversi per tempo è tutto.

A causa della carenza di chip sono quasi tutti in backorder ma questo non ha fermato sviluppi e presentazioni di nuovi modelli professionali. Nel mentre attendiamo che Panasonic si riaffacci sul mercato. Basterà una nuova Lumix GH6 a cambiare le carte in tavola? O servirà una nuova Lumix S?

Francesco Carlini
In primis appassionato di fotografia, dal 2008 faccio parte del team di Editrice Progresso, storica casa editrice italiana fondata nel 1894, e gestisco il sito www.fotografia.it. Al lavoro redazionale e giornalistico nel corso degli anni ho affiancato il lavoro di prova dei prodotti e delle misurazioni di laboratorio riguardanti fotocamere, obiettivi e smartphone.
  • Cerca