X
Entra
Accedi
Ricordami la password
Fotografia.it

Xiaomi Mi 11 Ultra fa sul serio grazie al nuovo sensore GN2

Redazione fotografia.it | 30 Marzo 2021

Xiaomi ha annunciato la sua nuova famiglia Mi 11. Tra tutti spicca Xiaomi Mi 11 Ultra, vero top di gamma fotografico che incorpora il nuovissimo sensore Samsung Isocell GN2 con tecnologie Dual Pixel AF e Dual Native ISO.

Nell’evento in livestream di ieri Xiaomi non ha presentato Mi Mix con lente liquida ma la nuova gamma di Mi 11 tra i quali spicca su tutti Xiaomi Mi 11 Ultra, un vero e proprio cameraphone. Le novità più significative sono nel comparto fotocamera. Dalla sua può contare sul nuovo sensore Samsung Isocell GN2, che probabilmente figurerà anche sulla nuova famiglia Galaxy: risoluzione da 50 Mpxl con pixel da 1.4 micron, tecnologia AF rilevamento di fase Dual Pixel Pro e Dual Native ISO. Su GN2, grazie alla soluzione Dual Pixel Pro, il rilevamento di fase non è più solo orizzontale ma anche verticale; sotto i pixel verdi ci sono dei fotodiodi separati diagonalmente, soluzione che permette di ricevere dati specificamente dalla porzione superiore ed inferiore dell’immagine.

Xiaomi M1 11 Ultra

Ma veniamo a Xiaomi Mi 11 Ultra. Il blocco fotocamera è davvero enorme, non tanto per il sensore stipato al di sotto quando per l’inserimento di un piccolo display Oled da 1″ posto sopra le tre ottiche in grado sia di mostrare le notifiche ricevute che di essere utilizzato come specchio per i selfie.

xiaomi-m11-ultra-display
Xiaomi Mi 11 Ultra

La fotocamera principale è dotata del sensore Samsung GN2 da 1/1.2″ e 50 Mpxl con obiettivo grandangolare con apertura f/2; potrà scattare in alta risoluzione 50 Mpxl o sfruttare la tecnologia pixel binning da 12.5 Mpxl come già accade su altri smartphone. La fotocamera secondaria è dotata di un sensore Sony IMX586 da 48 Mpxl con obiettivo ultrawide con apertura f/2.2 e angolo di campo di 128°; la terza sfrutta il medesimo sensore da 48 Mpxl davanti al quale c’è un obiettivo tele zoom 5x con apertura f/4 e tecnologia a periscopio. Tra l’altro, tutte e tre le fotocamere grazie all’elevata risoluzione saranno in grado di ripredere video 8K.

Xiaomi-m11-ultraArray
Xiaomi Mi 11 Ultra

Il display è un OLED 10-bit da 6.8″ con frequenza di aggiornamento a 120 Hz. Muove tutto un processore Qualcomm Snapdragon 888 con 12 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione. La batteria è da 5.000 mAh ed è ora in grado di essere ricaricata rapidamente sia in modalità wireless che tramite cavo.

Xiaomi Mi 11i

Mi 11i ha una conformazione a tre fotocamere. La principale come quella montata su Galaxy S20, con sensore da 108 Mpxl con apertura f/1.8 (equivalente ad un 27mm) con AF a rilevamento di fase, Dual Native ISO e stabilizzato OIS; la secondaria da 12 Mpxl e obiettivo con apertura f/2.2 e angolo di campo di 120°; la terza con sensore da 5 Mpxl e ottica tele. Il display è un Amoled HDR10+ da 6.7″ e frequenza di aggiornamento da 120 Hz; la batteria da 4500 mAh con ricarica rapida sia wireless che con cavo. Identico a Mi 11 Ultra il processore, un Qualcomm Snapdragon 888 con 12 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione.

Xiaomi Mi 11 Lite

I Mi 11 Lite, c’è la versione classica e quella 5G, hanno tre fotocamere posteriori: la principale wide con sensore 64 Mpxl, la secondaria ultrawide con sensore da 8 Mpxl e la tele con sensore da 5 Mpxl. Entrambi hanno un display Amoled da 6.5″ con frequenza di aggiornamento fino a 90 Hz e batteria da 4.250 mAh con ricarica rapida tramite cavo. Si differenziano solo per i processori: Qualcomm Snapdragon 732 su Mi 11 Lite e Qualcomm Snapdragon 780 su M1 11 Lite 5G.

Xiaomi non ha ancora comunicato prezzi e disponibilità per il mercato europeo.

Redazione fotografia.it
  • Cerca

  • Ultime News