Fotografia.it

La fotografia non si ferma: le nuove foto!

Redazione fotografia.it | 30 Marzo 2020

Il lavoro, l’amore, i figli, gli hobby, le abitudini che cambiano e, perché no, anche i disagi che ne derivano. Il nuovo coronavirus sta cambiando le nostre abitudini, nel bene e nel male. Ma è anche vero che può essere visto come un’opportunità per cambiare noi stessi, per focalizzarci su cosa sia davvero importante, per riscoprire passioni e per trovarne di nuove, per realizzare un progetto fotografico personale.

Vogliamo raccontare la vita in questo particolare momento attraverso le fotografie di chi vive quotidianamente il lavoro da casa, la famiglia ed i propri luoghi privati. E lo possiamo fare solo attraverso le immagini.

Le vostre prime fotografie giunte alla Redazione tramite la pagina dedicata e Instagram sono state e continuano ad essere davvero moltissime!


Il lavoro di Andrea Dani è particolare. Non vi è unicità di luogo, non di tempo e nemmeno una (comoda) continuità tecnica dettata dall’impiego di una stessa focale o di uno stesso stile di editing. Eppure questi scatti si riconoscono tutti come facenti parte di un medesimo progetto. Da questo punto di vista riuscire a mantenere un filo conduttore pur offrendo fotogrammi estremamente variegati è una dote prettamente reportagistica che non si improvvisa affatto… (leggi tutto il commento qui)


Ma “La vita ai tempi del Coronavirus” non è solo reportage, anche ritratto. Stare in casa ci permette di sperimentare luci, pose, inquadrature..insomma, di realizzare ritratti davvero interessanti: una volta padroneggiata la tecnica, il passo successivo è la creatività! E questa serie di immagini che ci ha spedito Monica Corda che ritraggono sua figlia ne sono un esempio perfetto!


All’interno del nucleo degli scatti proposti dai lettori per ‘La vita ai tempi del Coronavirus’ le immagini di Davide Borghi si sono distinte per una uniformità stilistica e tecnica di non poco conto e tale da riuscire a creare un racconto per scene facile da seguire, accattivante ed estremamente piacevole… (leggi tutto il commento qui)


Un progetto interessante e che merita di essere condiviso integralmente è “Hotel mamma e papà” di Giorgio Pincitore. “È dura ma pensiamo che bello, poi, quando ci rivedremo… quando questo hotel tornerà a essere popolato come prima e non avremo più paura di abbracciarci!”


Quelle che potete vedere nella Gallery, settimanalmente aggiornata, sono solamente alcune di quelle che ci avete inviato e che andranno a costituire un vero e proprio documento di questo momento storico. Grazie a tutti!

Redazione fotografia.it
  • Ultime News